La GranFondo del Durello 2017 si chiude con un risultato che pochi si aspettavano. Già dal sabato c’era aria di rivincita e la gara di San Giovanni Ilarione (Verona) era un appuntamento caldo. Qual è questo risultato? Lo vedremo nelle pagelle, intanto partiamo dal sabato pre-gara.

Bike Direction Racing Team squadra corse

Il sabato pre-GranFondo del Durello

Come sempre il sabato ha una duplice valenza: chi può va far girare le gambe e altri invece vanno a sondare il terreno recuperando pacchi gara e piazzando il gazebo del Bike Direction Racing Team.

C’è anche qualcun altro però che subisce impegni lavorativi gravosi ed è costretto a dare forfait.

assenza presidente
Assenza importante quella del Presidente

Direttamente dalla griglia Granfondo del Durello 2017

Il percorso della GranFondo del Durello 2017

Diversi atleti del team avevano provato il percorso nelle scorse settimane, con pareri contrastanti. Alla fine la traccia del GPS dice 44km per 1540 di dislivello positivo. Una buona altimetria che viene fatta quasi interamente nella prima parte di gara, su asfalto.
La parte centrale è ricca di guadi in sottobosco con continui strappi scivolosi, tanti i biker costretti a mettere giù il piede. Conseguenti colonne e chi è partito dietro ha fatto diversi tratti a piedi. Tutta la parte centrale è stata fatta “in quota” e dobbiamo ammettere che certi panorami dei Lessini sono davvero strepitosi.
La parte finale, gli ultimi 12km, è un susseguirsi di discese e tratti pianeggianti su piccole stradine tipiche dei Lessini. Niente di tecnico, tutto molto veloce.

Altimetria GranFondo del Durello 2017

Ci sarebbe piaciuto qualche tratto un po’ più tecnico, comunque il percorso era alla portata di tutti e questo è l’importante. Complimenti all’organizzazione, davvero numerosa in tutti i punti!

Il Bike Direction Racing Team alla GF del Durello

Sponsor Bike Direction Racing Team

Le pagelle, in ordine di arrivo

Classifica GranFondo del Durello 2017

Filippo Barbetta: arrivato stremato e con i crampi tirando “abbestia” e con una super prestazione, 2ore e 26 minuti. Impressionato dalla partenza a razzo di Speedy, recupera immediatamente facendo il vuoto dietro. Bolt!

Andrea Rossi Filippo Moro: il nuovo bullo del team, condizione di livello e sempre in crescita. Fa le scarpe ad Andrea nell’ultimo km senza neanche fargli un cenno e si lancia a bomba per non essere ripreso. Anguilla!

Andrea Rossi: il numero uno del post-gara (formaggio e salamelle da leccarsi i baffi) chiude 21esimo di categoria su un percorso mai provato. Davvero bravo e sempre in forma. Arrivava da una GranFondo di Brescia sfortunatissima dove aveva stallonato e rotto un cerchio, ma oggi si è superato con una prestazione fantastica. Un peccato essere umiliati nel finale 🙂

Emanuele Bonato: il nostro Speedy volante ha fatto tutti i marciapiedi ai 60km/h appena dopo lo start. Una partenza fulminea che lo lancia verso una gara ad un ritmo altissimo. Merito dei mojiti della sera prima!

Sandro Silvan: convinto di fare la gara col fido Speedy, rimane di stucco quando stallona e il compagno se ne va sgommando. Aggiungici qualche noia tecnica e fai presto ad accumulare ritardo. Nel post-gara si lascia andare alle dichiarazioni di rito, ma la vendetta arriverà…

Alberto Violin & Federico Massaro: perché insieme? Arrivano insieme, fanno la gara vicini e tornano dopo un’ora lunghissima dalla doccia. Qualcuno addirittura iniziava a preoccuparsi, ma sono arrivati entrambi sorridenti e questo è ciò che conta!
Gara ottima per entrambi con buon ritmo e velocità elevata. Da sottolineare poi, nel dopogara, la visita per la postura di Iceto sulla nuova bici di Federico Visentin. Immagini che resteranno nella memoria. Il Team è felicissimo di avervi in squadra!

Prove postura Federico Massaro

Federico Visentin: eeeh la sentiva, eccome se la sentiva. Dalla GranFondo TreValli ce l’aveva nel mirino e oggi non si parla di secondi, no cari amici. Oggi si parla di minuti. Il buon Federico, dopo vari sfottò su tornanti da parte dello scugnizzo Michele (partito a palla per sfuggire dalle fauci del neo-Scalpelista), se lo va a prendere e lo incendia regalandogli un bel minuto e tre secondi da mettere nello zainetto/pacco gara della GranFondo del Durello.
Prestazione super, da incorniciare.

La nuova bici bagnata col Durello
Federico bagna la nuova Cannondale Scalpel

Michele Malandrin: parte cercando di sfuggire al buon Federico, ma oggi non è la sua giornata. Va subito via veloce cercando di essere davanti ad eventuali tappi. Su un paio di tornanti ghigna maleficamente guardando la situazione di Federico. Però poi la prende sui denti.
Un minuti e tre secondi può cambiare la vita. Riuscirà a recuperare il tempo perso oggi?
Martin Mc Fly!

Carlo Rinaldo: in griglia si gira verso Paolo ed esclama “oggi ti do 15 minuti”. Il fenomeno di Bovolenta purtroppo non riesce nella sua titanica impresa e quasi quasi sente anche il fiato sul collo. 4 minuti di distacco, verranno ripresi alla PassoBuole Extreme?
Grande organizzazione, come sempre, per tutta l’area team e sempre disponibile. Dato che la MTB continua a dare poche soddisfazioni, perché non concentrarsi a pieno ritmo solo su quello?

Paolo Rinaldo: appena al di sopra delle 3 ore e vicino a Damiano Ferraro (il vincitore), alla partenza… Sicuramente non il percorso più idoneo alla sue caratteristiche, ma la forma quando arriverà? Visto molto bene invece sulla forma di formaggio nel dopo-gara, veloce e con gran ritmo. Bene, ma non benissimo!

Enrico Raffagnato: il nostro Fritz bagna la bici con la prima gara col Bike Direction Racing Team. Una gara parsimoniosa la sua, cercando di gestire al meglio lo sforzo. Buon inizio il suo e davvero uomo di spogliatoio. Speriamo di vederlo più spesso, tra un po’ toccava andare a Chi l’ha visto!

Gianluca Calonego: dicono che pianificare sia indispensabile per ottenere grandi risultati. Gianluca lo sa bene e prende il posto fronte-tagliere nel dopo-gara. Durante la gara, come sempre, non conosce ostacoli, trova anche il tempo di bere un bicchiere di Durello da un ristoro abusivo, top!
Lo schiacciasassi del Bike Direction Racing Team va che è un piacere e arriva a pochi attimi da Enrico. Landini!

Terzo tempo Gianluca Calonego

Giancarlo Parolo: chapeau al nostro Gian. Ammalato e con difficoltà respiratorie, praticamente ad un passo dallo strapiombo nero, sceglie di affrontare lo stesso la GranFondo del Durello. La chiude velocissimo per essere in quelle condizioni e davvero i complimenti di tutto il team!
Pur di non stare a casa si fa di tutto 🙂

Morgan Lisiero: tenta di non partire nemmeno al suo battesimo ufficiale col team. Tira la bici così a lucido nei giorni precedenti che rompe il collarino reggisella. Fa di tutto per aspettare i compagni al bar, ma non può scappare al Bike Direction Racing Team. San Federico mette tutto in ordine in un battibaleno e Morgan è felicissimo alla partenza.
Praticamente senza allenamento la chiude con un rispettabilissimo… Boh, perfino MySdam non ne ha tenuto conto!
Morgan, ti vogliamo così!

Morgan arrivo GranFondo del Durello
Morgan dopo l’arrivo

Alessandro Baraldo: battesimo anche per Alessandro che entra a far parte del team con la prima gara tra le “freccette azzurre”. Gara in solitaria per lui, ma l’obiettivo è chiaro… Morgan inizia a tremare!

VeeTire Skinwall

Che spettacolo ragazzi, divertimento prima, durante e dopo la gara! Tutte le foto son disponibili nella pagina Facebook del team.
Avanti tutta, il Lessinia Tour ci aspetta con la prossima PassoBuole Extreme!

Autore degli articoli sul sito e orgoglioso componente del Bike Direction Racing Team! Segui le avventure del team su Instagram: +Bike Direction.

Articoli simili

NO COMMENTS

Lascia una risposta