La GF Kask Soave 2018 arrivava dopo soli 7 giorni dalla Passo Buole Xtreme 2018, altra gara molto importante (e dura) del Circuito Lessinia. Un uno-due ravvicinato che ha creato qualche defezione nel Bike Direction Racing Team. Per esempio il Super President ha dovuto collaudare la barca nuova e rinunciare alla gara veronese, con grandissimo rammarico.
Fatto stà che i partenti quest’anno son stati 17 del Bike Direction Racing Team contro i 22 dell’anno scorso. Era previsto e ci rifaremo alla grande alla finalissima della Lessinia Legend: previsti ettolitri di birra e watt come se piovesse!

Il percorso della GF Kask Soave Bike 2018

Il percorso in linea teorica doveva essere uguale identico a quello dell’edizione precedente: 48 km per 1.600 di dislivello con questa altimetria:

altimetria GF Kask Soave Bike 2018

In realtà l’altimetria è stata minore, con i Garmin fermi sui 1.400/1.500 di dislivello. Unica variante rispetto al 2017 la parte finale sempre comunque dura su strada in salita cementata sotto un sole particolarmente aggressivo!

Nel complesso una gara veloce con pochissimi tratti tecnici e ingorghi in 3-4 punti delicati. Nel finale poi, nel già citato “inferno di pietra”, più una scarpinata a piedi che altro. Purtroppo anche chi voleva farlo in sella era costretto a scendere causa traffico.

squadra bike direction racing team 2018
Da sx: Giancarlo Parolo, Gianluca Calonego, Carlo Rinaldo e Ivano Faggiana
Powered by Bike Direction

La cornice comunque fantastica: le colline attorno a Soave e il castello sono qualcosa di unico. Un panorama mozzafiato e luoghi davvero da vivere!

Andiamo subito alle pagellone della GF Kask Soave Bike 2018!

classifica Soave Bike 2018
La classifica del Bike Direction Racing Team per la GF Kask Soave Bike 2018

Mattia MiSonoPiantato Boscolo: parte in seconda griglia ma è tutta una furia e quando raggiunge il buon MotoMagnaGatti gli batte sulla spalla e fa “5 minuti ti ho dato”. Un gran successo se non fosse che nell’ultima salita sale a 364 battiti e nell’inferno di pietra si pianta. Beh lo capiamo, quando si allena con il pedalò mica trova tutte quelle pietre 🙂
Stavolta ha con sé i gel ed è la prima freccetta della Domenica, restano poi i 5 minuti a MotoMagnaGatti, risultato straordinario se consideriamo che va come un missile! Bravo Mattia!

Inferno di pietra Soave Bike 2018
Sfida apertissima tra Roberto Ferro a sx e Mattia Boscolo “piantato” dopo un recupero fantastico!

Roberto MotoMagnaGatti Ferro: noi lo prendiamo in giro ma il nostro IronRobi la chiude in 2:25:31 con una forma davvero eccellente ed in crescita rispetto allo scorso anno. La GF Kask Soave Bike 2018 è una gara che gli è piaciuta molto e ovviamente non si è piantato nell’inferno di pietra. Sarà anche merito dell’amico immaginario PC8, ma il vicentino è ancora l’anziano del team da battere!

Andrea NonCadoMai Rossi: il mitico bresciano tenta di fare la festa al MotoMagnaGatti ma anche per lui è ancora tanta la polenta da mangiare. Ancora puntuale con la frutta, davvero squisita, e altrettanto puntuale con un appoggio laterale in gara, ormai una costante!
P.s.: prossime volte cadi a destra sennò continui a limare solo il lato sinistro!

roberto ferro bike direction racing team
Roberto Ferro fa capire ad Andrea Rossi che la strada è lunga ancora!

Fabrizio Von Bisso Furlani: Tanto forte quanto delicato. Soffre il caldo, soffre il freddo, soffre il sonno… Manca solo che abbandoni l’alcol! Purtroppo periodo sfortunato per la condizione fisica per il nostro ex barbone, speriamo possa ritrovarla al più presto! Dai Bissooooo!

Filippo Squalettinoinoino Moro: in ripresa dopo Passo Buole chiude bene e sta bene, questo è l’importante! Ora basta pippe che arrivano le gare lunghe, le tue preferite e se fai cilecca paghi da bere a tutto il Team! Ocio!

Paolo La Remuntada Rinaldo: non si capisce bene ma fa il furbetto ed entra subito in griglia lasciando dietro i compagni. Dopo 100 metri dalla partenza è già stato passato da tutti ed è costretto a rimontare. Quando recupera sul Fede Jo e su Ivano rimane allo stesso passo, ma poi davvero annoiatissimo dalla lentezza dei compagni decide di procedere ad un ritmo completamente diverso… 160 secondi di differenza al termine!

Fede HoMaleNonRiescoAspingere Jo Visentin: gara condizionata da, sembra, un dolore o un’infiammazione al termine dentuleo scafato del trittore. Muscolo importantissimo che crea gravi problemi 😀
Buon ritmo invece il suo, aiutato probabilmente da un massaggio pre-partenza realizzato da Giancarlo 183battiti. Gente esperta che sa dove mettere le mani!

Strani massaggi rilassanti nel pre-gara
Nel post gara si pensa alle fragoline…

Ivano BlackMamba Faggiana: il fu Michael Jackson gli fa un baffo, lui si presenta più nero di Carlo Conti stupendo tutto il pubblico. Costantemente in ferie trova però poco tempo per allenarsi, son sacrifici anche questi. Fa tutta la gara con Fede Jo e chiude ad un solo minuto di distanza, mica male per uno che ha fatto 40 km in 3 settimane!

Enrico NonHoPiùL’età Raffagnato: pensa di essere ancora giuovine e si presenta alla partenza con 3 ore di sonno in corpo. Prima metà gara la fa insieme allo Sponsor (perchè non ce la faceva o per pietà?) e poi apre il gas ma non prende il nemico di sempre Paolo LaRemuntada…
Al termine della GF Kask Soave Bike 2018 scappa subito, sarà l’amore? Comunque perdonato dato che ha offerto uno straordinario fusto di birra fresca, TOP Friz!

Antonio Taaaaaaac Coltro: tutta la gara in solitaria finchè, a 500 metri dalla fine, vede in lontananza una freccetta. Da qui sono solo watt scaricati a terra e un sorpasso giusto un metro prima dell’arrivo sul mega supremo Sponsor, cose che rimarranno negli annali.
Il tutto, ovviamente, senza il minimo cenno. Lo passa in totale silenzio e taaaaac, gli ruba la posizione di un secondo! L’eco “Bastardooooooooooo” si sente ancora a distanza di giorni nella via principale di Soave!
Comunque si è fatto perdonare portando una torta squisita per gentile concessione della mogliettina. Grande Tony!

Carlo LaGaraFinisceAll’arrivo Rinaldo: rompe la catena prima ancora di montare in sella, cose incredibili. Per fortuna che ha un po’ di esperienza sui componenti e in due secondi netti la Spark è come nuova.
Partenza a manetta, saluta il Fornaio e lo Schiacciasassi e poi si fa tirare da Friz. Subisce la beffa nel finale, purtroppo le gare finiscono sotto al traguardo, svegliaaaa!

Giancarlo 183battiti Parolo: un vero e proprio volpino. Fa tutta la gara con Gianluca facendogli credere di essere abbomba, in realtà non sta nemmeno sudando. La cosa divertente è che invita lo Schiacciasassi all’arrivo in parata ma nell’ultima salita tira fuori un’accelerazione che pettina gli avversari e il Garmin mostra 183 battiti, non si vedevano dal 1976!
Ha ancora tanto da dire il nostro Fornaro Volante, avversari avvisati!
P.s.: ottimi grissini 🙂

Gianluca TeNeDeviMagnareDePolentaIgor Calonego: nel pre-gara qualche voce lo dava soccombere ad Igor dopo la prestazione di Passo Buole Xtreme. Più di qualcuno si aspettava un duello all’ultimo sangue, invece il nostro schiacciasassi da una dimostrazione di forza paurosa e quasi quasi fa le scarpe al Fornaro Volante!
Attenzione amici chi si deve “pareciareeee” (vedi l’ultima gara) forse è qualcun’altro!

Igor EhMaEaCambia Chiavegato: “igor ma sei così distrutto perché hai fatto di tutto per prendere Gianluca?” – “No, no, ho fatto di tutto per finire la gara!”.
Il nostro uomo di ghiaccio soffre tantissimo il caldo e i continui saliscendi della GF Kask Soave Bike 2018, prendendo qualche minuto di troppo da Gianluca. Sta di fatto che il miglioramento è di addirittura 15 minuti rispetto al 2017… Stupirà tutti alla Lessinia Legend?
Intanto ci siamo goduti le birrette fresche che ha nuovamente portato al team, grazieee!

gf kask soave bike 2018 bike direction racing team
Il buon Igor a sinistra sembra non convinto dell’invito di Fede Jo
Gazebo Bike Direction Racing Team
Il mitico terzo tempo del team!
gf kask soave bike 2018 terzo tempo
Terzo tempo affollato, come sempre!

Conclusioni GF Kask Soave Bike 2018

Una gara abbastanza divertente. Peccato non essere andati a podio quest’anno come nel 2017, purtroppo un insieme di defezioni ha limitato il numero di freccette partenti.
Come sempre le ore di Terzo Tempo sono state più lunghe di quelle di gara, non c’era il minimo dubbio. Quando c’è da bere e mangiare e fare baldoria si da il massimo!

La GF Kask Soave Bike 2018 era, per molte freccette, l’ultima gara corta dell’anno. Siamo quasi a ridosso della Hero e subito dopo ci sarà la Lessinia Legend, dove molti atleti del Bike Direction Racing Team affronteranno i 100 km per 3.800 metri di dislivello del percorso luuungo.

Piccola nota: alla Hero abbiamo praticamente una palazzina… Ci faremo riconoscere?

Tutte le foto sono disponibili qui!
Autore degli articoli sul sito e orgoglioso componente del Bike Direction Racing Team! Segui le avventure del team su Instagram: +Bike Direction.

Articoli simili

NO COMMENTS

Lascia una risposta